PDF – IoUomo n°2 Quadrimestrale di Divulgazione Scientifica della Società Italiana di Andrologia

PDF – IoUomo n°2 Quadrimestrale di Divulgazione Scientifica della Società Italiana di Andrologia

Warning: getimagesize(/web/htdocs/www.cetraitalia.com/home/site/wp-content/uploads/2017/05/PDF-IoUomo-n°2-Quadrimestrale-di-Divulgazione-Scientifica-della-Società-Italiana-di-Andrologia.jpg): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.cetraitalia.com/home/site/wp-content/themes/cetraitalia/includes/plugins/aq_resizer-1x.php on line 70

UNA PILLOLA SULLA SOCIETA’ ITALIANA DI ANDROLOGIA

Andrologia è una scienza medica relativamente giovane, si occupa di un campo medico molto vasto che spazia dalle aff ezioni della sfera genitale maschile, quali la disfunzione erettile, l’infertilità, le malformazioni degli organi genitali maschili fi no a problematiche più complesse quali l’eiaculazione precoce e le disfunzioni sessuali della coppia.

Negli ultimi anni si sta facendo strada poi un nuovo concetto che è il benessere della persona e la medicina sessuale, cosicché  il campo di azione si va spostando da attività mediche curative ad attività mediche preventive, che riguardano il mantenimento nel tempo della buona forma sessuale come parte importante dell’integrità psico-fisica dell’individuo.

In Italia non esiste più la Specializzazione in Andrologia, infatti la maggior parte degli Andrologi sono specialisti in Urologia oppure in Endocrinologia e le competenze si acquisiscono direttamente sul campo con un percorso specifico seguendo Master, Congressi e Corsi di aggiornamento organizzati da importanti Società scientifi che, come ad esempio la Società italiana di Andrologia. La Società Italiana di Andrologia (SIA) costituita a Pisa il 14 Febbraio del 1976 raccoglie studiosi italiani o stranieri che svolgono attività clinica o di ricerca in campo andrologico, si prefigge l’attività di formazione, informazione, prevenzione, diagnosi e cura delle malattie dell’apparato genitale maschile in ogni fascia di età e aff ronta tutti gli ambiti della medicina sessuale e riproduttiva del maschio e della coppia.

E’ impegnata inoltre sulla corretta divulgazione dell’Andrologia e della fi gura dell’Andrologo, per cui troverete in una pagina successiva del magazine una sezione denominata “Mappa Andrologica” nella quale poter individuare l’Andrologo più vicino in tutta Italia.

Editoriale a cura di Prof. Ciro Basile Fasolo DIRETTORE SCIENTIFICO

Gentili Lettrici e Gentili Lettori, continua il nostro percorso nel mondo dell’andrologia e, più in generale, di quanto possa riguardare la riproduzione e la sessualità del maschio, della coppia e della famiglia. In questo numero, partiremo proprio nel considerare, con l’articolo di Iafrate, quanto importante sia che medici e genitori siano attenti al neonato, dandogli tutte le attenzioni possibili non solo dal punto di vista aff ettivo , ma anche con uno sguardo all’apparato genitale, attenti a cogliere ogni possibile anomalia che possa in qualche modo costituire un impedimento per la crescita di un bambino sano che un domani sarà un uomo sano. Nel secondo articolo, Spera affronta il delicato problema della circoncisione, evento richiesto in alcune religioni, necessario in alcune condizioni patologiche, ma che deve essere sempre consigliato e praticato da un medico. E mentre il nostro futuro uomo, ancora bambino, cresce, Guerani ci dice cosa ci si aspetta dal custode delle cure della famiglia, il medico di famiglia, appunto. E questo perché i genitori possano rilevare precocemente anomalie e quelle condizioni, che opportunamente segnalate al medico di famiglia e al pediatra possano essere trattate, per assicurare al futuro<uomo> le condizioni migliori possibili. Scroppo ci porterà, poi, nel campo delle infi ammazioni dell’apparato genitale maschile, assai frequenti, molto spesso sottese o non rilevate, ma che vanno sempre seguite e trattate, perché spesso si associano a disfunzioni sessuali ed infertilità. Di questa si parla proprio nell’articolo di Franco, che considera da un lato alcune condizioni congenite alla base di una ridotta fertilità o sterilità assoluta del maschio e delle possibilità off erte dalla moderna medicina per aff rontarle, dall’altro fa appello ai nostri stili di vita e a quanto possiamo (direi dobbiamo) fare per preservare la fertilità, bene di assoluto valore per la persona e per la specie umana. Polito, invece, ci illustra con grande maestria ed esperienza il caso in cui un tumore colpisca un testicolo, ribadendo, ancora una volta, come si possa e debba superare un momento delicatissimo della vita di un uomo (e della sua relazione), sentendosi perfettamente validi, per sé e per l’altro. Tutti aspetti, ben ripresi da Ceruti, a proposito del tumore della prostata, che per la grande frequenza con cui si presenta, rappresenta una condizione di interesse individuale, familiare e sociale. Piubello, infi ne, continua a portarci in viaggio.. nel mondo della sessualità di altri tempi ed altre colture. Che dire? Seguiteci, suggeriteci curiosità, criticità e quanto desiderate leggere. La nostra maggiore felicità è che ci aspettate, per seguirci nei nostri viaggi nella cultura andrologica.. e non solo. Al prossimo numero….e grazie per la vostra attenzione e sensibilità.