I Corso Polispecialistico di Pelviperineologia Funzionale

I Corso Polispecialistico di Pelviperineologia Funzionale

Roma, Casa di Cura “Villa Claudia”, 20 Novembre 2015

Presenti a questo evento con proprio spazio espositivo.

La stessa anatomia della pelvi rappresenta un crocevia strutturale di vari organi ed apparati dalle funzioni più diverse: lo studio poi della clinica delle patologie pelviche non può mai prescindere dalla conoscenza totale di tutte le funzioni e gli organi. E’ inevitabile per lo Specialista dell’una o dell’altra branca invadere il campo limitrofo e trovarsi a debordare in problematiche dall’incerto inquadramento. Nello studio della pelvi, come in nessun altro segmento corporeo, questa simbiosi e necessità di contatto tra le varie discipline si avverte e si constata necessariamente. Anche l’approccio clinico e terapeutico delle problematiche pelviche richiede questa versatilità clinica e scientifica che solo pochi cultori della materia hanno specificamente messo a punto. Si tratta di inquadrare e classificare sindromi e problematiche dell’apparato urinario che incidono in quello digerente, o patologie della pelvi genitale che coinvolgono l’apparato urinario e viceversa. Nello studio e nella classificazione di queste complesse sindromi l’approccio è sempre multidisciplinare e particolari ne risultano anche le terapie. Farmaci con azione prevalente sul sistema nervoso possono agire sulle problematiche dolorose pelviche, trattamenti fisici atti a riabilitare segmenti muscolari possono migliorare la statica degli organi pelvici e le funzioni della continenza e dell’eiaculazione. Ci si addentra, cioè in un mondo in cui anche le pratiche diagnostiche e soprattutto terapeutiche sfiorano o addirittura coinvolgono più funzioni.
In questo problematico labirinto semeiologico e clinico abbiamo deciso di addentrarci: lo facciamo con il solito metodo scientifico e clinico, sostenuti dalla nostra innata curiosità, dal rigido metodo e dall’esperienza e conoscenza di Esperti Colleghi, nella speranza di cogliere insieme a tutti voi i risultati di una ricerca che continuerà dopo l’evento ed a cui l’evento stesso non potrà che dare ordine e nuova linfa.
Vi aspetto.

Manlio Schettini